Archivi Giornalieri: 7 agosto 2017

Comprare la prima casa con registro e Iva ridotti.

È una delle agevolazioni più utilizzate, tant’è vero che appare nella maggior parte dei rogiti per l’acquisto di abitazioni. La “prima casa” consiste principalmente, a seconda dei casi, nell’abbattimento dell’Iva dal 10 al 4% e dell’imposta di registro dal 9 al 2% (o all’1,5% se si tratta di un acquisto effettuato per il tramite di un contratto di leasing).

Perché all’acquisto della prima casa sia applicabile l’imposta di registro occorre alternativamente che:

– il venditore sia un soggetto “privato”, cioè un soggetto che non agisce nell’esercizio di impresa, arte o professione;

– il venditore, pur essendo un “soggetto Iva”, non effettui una vendita imponibile a Iva.

Leggi l’articolo.

Fonte:IlSole24Ore