Archivi Giornalieri: 11 agosto 2017

Recesso dal contratto di locazione, rilascio anticipato e canoni di locazione.

In tema di locazione di immobili ad uso diverso da quello abitativo, nel caso in cui il locatore effettui il recesso consentitogli dalla legge, il conduttore è tenuto al pagamento dei canoni di locazione fino alla data prevista per il rilascio, non potendosi sottrarre alla corresponsione degli stessi nel caso di rilascio anticipato.

Del pari il conduttore deve operare nel caso in cui comunichi recesso per gravi motivi, cioè deve pagare i canoni fino alla data di cessazione del contratto e non a quella eventualmente precedente del rilascio.

In ogni caso fatto salvo un diverso accordo con la parte locatrice. Questa, in breve sintesi, la conclusione cui è giunta la Suprema Corte di Cassazione con la sentenza n. 13092 del 24 maggio 2017.