Archivi Giornalieri: 3 ottobre 2017

Compravendita: non sempre l’acquirente può pretendere il box auto.

Con la sentenza numero 22364/2017 , la seconda sezione civile della Corte di cassazione è tornata a occuparsi del rapporto pertinenziale tra appartamento e parcheggio, chiarendo che da anni è pacifico che il vincolo di destinazione di cui agli articoli 18 della legge n. 765/1967 e 26 della legge n. 47/1985 non comporta l’obbligo di trasferire l’area destinata a parcheggio insieme alla costruzione, ma l’obbligo di non eliminare il vincolo esistente.

box auto di pertinenza di una casaDi conseguenza, l’acquirente dell’appartamento non ha un diritto al trasferimento della proprietà piuttosto un diritto d’uso sull’area.

Parcheggi: vincolo pubblicistico d’inscindibilità.

Con l’occasione i giudici hanno ricordato che nei complessi condominiali di nuova costruzione, solo in una delle quattro tipologie di spazi destinati a parcheggi privati sussiste un vincolo in forza del quale il proprietario di un’unità abitativa può pretendere una determinata autorimessa, che è quella dei parcheggi soggetti a vincolo pubblicistico di inscindibilità con l’unità immobiliare.