Archivi Giornalieri: 5 dicembre 2017

Il boom delle abitazioni demolite a colpi di tasse.

Dal 2012 più 70% di villini e capannoni accatastati come ruderi per sfuggire al carico fiscale insostenibile.

E’ arrivata persino una guida del Sole24ore: Come disfarsi degli immobili che creano problemi e risultano invendibili. Negozi, appartamenti, case di campagna si possono cedere ad eventuali altri proprietari (ad esempio agli eredi) oppure si possono regalare allo Stato, è il suggerimento del quotidiano economico.

L’alternativa, ampiamente praticata, è ridurre il fabbricato a rudere e inquadrarlo nella categoria catastale F2. Che è diventata ambitissima perchè non si pagano le tasse.

A Belluno il proprietario di tre negozi alla fine li ha regalati al Comune. Perché il problema è sempre quello, dopo la stangata fiscale iniziata nel 2012, gli immobili sono diventati un investimento a rischio. Se va bene hanno rendimenti netti bassissimi. Se va male, cioè se sono sfitti e non sono commerciabili, si trasformano un incubo, un peso insostenibile. ( continua )

Fonte: IlGiornale