Archivi Giornalieri: 3 gennaio 2018

Eredità: quando l’immobile non è divisibile.

Quando un immobile indivisibile ricade nella comunione ereditaria e non è divisibile in natura, l’art 720 c.c. prevede la divisione giudiziale come extrema ratio.

Un immobile indivisibile per natura viene venduto all’incanto ai sensi dell’art 720 c.c., se non è possibile ricorrere ad altri criteri.

Partendo dall’analisi letterale di questo articolo, ci si sofferma brevemente sull’art. 791 bis c.p.c. introdotto dal decreto del fare, per concludere con la giurisprudenza più recente della Corte di Cassazione.

Immobile indivisibile ed eredità: cosa prevede il codice civile.

L’art. 720 c.c.dispone che: “Se nell’eredità vi sono immobili non comodamente divisibili, o il cui frazionamento recherebbe pregiudizio alle ragioni della pubblica economia o dell’igiene, e la divisione dell’intera sostanza non può effettuarsi senza il loro frazionamento, essi devono preferibilmente essere compresi per intero, con addebito dell’eccedenza, nella porzione di uno dei coeredi aventi diritto alla quota maggiore, o anche nelle porzioni di più coeredi, se questi ne richiedono congiuntamente l’attribuzione. Se nessuno dei coeredi è a ciò disposto, si fa luogo alla vendita all’incanto.”