Archivi Giornalieri: 4 gennaio 2018

Agenti immobiliari: ok alla presunzione sui prelevamenti.

In tema di accertamenti bancari, la presunzione sui prelevamenti ingiustificati dal conto corrente è applicabile anche agli agenti immobiliari, salvo che il Giudice, con motivazione esaustiva, qualifichi il contribuente come lavoratore autonomo.  Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con l’ordinanza 26774 del 13 novembre 2017, con cui ha accolto il ricorso presentato dall’ufficio.

IL CASO
In particolare il caso riguardava la presunzione di imponibilità dei  prelevamenti dal conto di  un agente immobiliare La CTR ligure aveva ravvisato la natura professionale e non imprenditoriale dell’attività di agente immobiliare esercitata dal contribuente e ha  ritenuto di potere applicare la pronuncia della Corte costituzionale   n. 228 del 2014 che ha affermato l’illegittimità costituzionale dell’art. 32, D.P.R. n. 600/1973, come modificato dalla L. n. 311/2004.