Archivi Giornalieri: 10 maggio 2018

FIMAA-Confcommercio: “Serve un governo, il Paese e l’immobiliare non possono attendere”

“Dopo il terzo giro di consultazioni, rimaniamo ancora con un nulla di fatto per la formazione del nuovo governo del Paese. Il rischio è che i timidi segnali di ripresa dell’economia e del settore immobiliare, registrati negli ultimi tempi, si dissolvano a causa del prolungarsi della crisi politica e della conseguente perdita di fiducia di cittadini e imprese, con ulteriore contrazione dei consumi.

 Uno stallo politico che sta diventando un gioco al massacro con ripercussioni negative e pesanti per la collettività. Come FIMAA ribadiamo il nostro appello alla responsabilità di tutte le forze politiche per superare l’attuale situazione, insostenibile per il Paese.

 I cittadini, le famiglie, le imprese e gli investitori attendono risposte esaustive capaci di agevolare e rafforzare i segnali di ripresa, evitando un’altra fase di indebolimento del mercato.

 Confcommercio, a cui FIMAA aderisce, evidenzia che negli ultimi dieci anni gli immobili delle famiglie italiane hanno perso in media il 14 per cento del loro valore.