Archivi Giornalieri: 14 maggio 2018

Affitti concordati, «bollino» sotto tiro.

L’attestazione dei contratti a canone concordato finisce nel mirino dei professionisti. Nei giorni scorsi, la Consulta nazionale dei Caf ha scritto alle Entrate e alle Finanze per chiedere di pubblicare un elenco aggiornato dei Comuni in cui è necessaria la “bollinatura” dei contratti.

Il Consiglio nazionale dei commercialisti, invece, si è rivolto ai ministeri delle Infrastrutture e dell’Economia per rivendicare la possibilità di attestare i contratti anche da parte dei propri iscritti. A far discutere è l’obbligo affermato dalle Infrastrutture il 6 febbraio 2018 (lettera prot. 1380) e ribadito dalle Entrate nella risoluzione 31/E del 20 aprile scorso e nella successiva circolare “manuale” 7/E/2018.