Affitti concordati, «bollino» sotto tiro.

L’attestazione dei contratti a canone concordato finisce nel mirino dei professionisti. Nei giorni scorsi, la Consulta nazionale dei Caf ha scritto alle Entrate e alle Finanze per chiedere di pubblicare un elenco aggiornato dei Comuni in cui è necessaria la “bollinatura” dei contratti.

Il Consiglio nazionale dei commercialisti, invece, si è rivolto ai ministeri delle Infrastrutture e dell’Economia per rivendicare la possibilità di attestare i contratti anche da parte dei propri iscritti. A far discutere è l’obbligo affermato dalle Infrastrutture il 6 febbraio 2018 (lettera prot. 1380) e ribadito dalle Entrate nella risoluzione 31/E del 20 aprile scorso e nella successiva circolare “manuale” 7/E/2018.

Da questi documenti, in pratica, si ricava che l’attestazione: * è obbligatoria per le locazioni agevolate stipulate, senza l’assistenza delle associazioni della proprietà e degli inquilini, dopo che l’intesa locale della città in cui si trova la casa locata è stata rinnovata per recepire il Dm 16 gennaio 2017; serve «anche»per dimostrare alle Entrate di aver diritto alle agevolazioni fiscali (tra cui la cedolare al 10% e le detrazioni per inquilini a basso reddito); * dev’essere rilasciata da almeno una delle associazioni della proprietà edilizia o degli inquilini. (Continua)

Fonte:IlSole24Ore

 

About Massimo Montanari
Massimo Montanari, italiano, nato a Lussemburgo il 16 luglio 1961. Formatosi in Confcommercio col ruolo di Segretario delle Delegazioni di Sarsina e Mercato Saraceno, dal 2011 ha deciso di cambiare percorso lavorativo ed ha portato il suo bagaglio di esperienza nel Settore Sindacale dell'Associazione Cesenate. Attualmente si occupa di varie categorie Sindacali all'interno di Confcommercio e tra queste quella che ha avuto i maggiori risultati in termini di aumento di Associati è proprio la F.I.M.A.A. Cesena della quale è Segretario Provinciale. Buon Tennista, è anche grande appassionato di Basket ed è attivo nel mondo del Volontariato. “Malamente opera chi dimentica ciò che ha imparato". ”Tito Maccio Plauto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: