Immagini online: come tutelare la tua privacy e quella degli altri.

uomo stupito guarda foto nel telefono

 

Una fotografia o un video vanno considerati dati personali. E quindi il loro utilizzo soggetto alla normativa in materia di protezione dei dati personali. Si pensi alle nostre foto o a quelle di altri o ai selfie in cui ci troviamo con i nostri amici.

La fotografia e i video, la loro diffusione o pubblicazione on line vanno considerate attività di trattamento dei dati.
E’ quindi necessario il consenso affinchè si possa pubblicare la foto di un amico o conoscente nei social network.

Definizioni di dato personale e trattamento dei dati.

Ai sensi del regolamento UE 679/2016 è definito dato personale qualsiasi informazione riguardante una persona fisica che può essere identificata per esempio dai dati relativi all’ubicazione, un identificativo online, etc.
Mentre per trattamento è definito l’uso, la comunicazione mediante trasmissione, diffusione o qualsiasi altra forma di messa a disposizione.
Il trattamento dei dati deve essere lecito, corretto e trasparente. Ed è lecito se l’interessato ha espresso il consenso.

Cosa suggerisce il Garante per la Privacy nell’utilizzo di foto o video online.

Innanzitutto l’Autorità invita a riflettere prima di postare foto o filmati, perché “potrebbe essere difficile eliminarli soprattutto se qualcuno li ha copiati, condivisi o diffusi su altri siti o social network”.

Le foto di altre persone vanno pubblicate solo con il loro consenso.

Inoltre per quanto riguarda l’uso del tag, il garante suggerisce di inserire nelle immagini tag con i nomi di altre persone solo se si è sicuri che queste siano d’accordo.

Inoltre dice il Garante: “Controlla i tag con il tuo nome associati a foto e filmati. Alcuni social network consentono eventualmente di applicare scelte come: 1) bloccare l’inserimento di tag con il tuo nome nelle immagini postate da altre persone; 2) autorizzare solo alcune persone a taggare le immagini con il tuo nome; 3) ricevere un messaggio di avviso se qualcuno collega il tuo nome ad un’immagine, in modo che tu possa approvare o rifiutare il tag”.

Queste sono le regole fondamentali da seguire se si ha l’intenzione di condividere momenti della propria vita on line, e soprattutto se si vogliono evitare sanzioni pecuniarie e richieste di risarcimento danni.

Ed è bene ricordare che quando facciamo un selfie altre persone anche a noi sconosciute potrebbero essere fotografate per caso e quindi non potremmo pubblicare la foto non avendo il loro consenso.

Fonte:StudioCataldi

 

About Massimo Montanari
Massimo Montanari, italiano, nato a Lussemburgo il 16 luglio 1961. Formatosi in Confcommercio col ruolo di Segretario delle Delegazioni di Sarsina e Mercato Saraceno, dal 2011 ha deciso di cambiare percorso lavorativo ed ha portato il suo bagaglio di esperienza nel Settore Sindacale dell'Associazione Cesenate. Attualmente si occupa di varie categorie Sindacali all'interno di Confcommercio e tra queste quella che ha avuto i maggiori risultati in termini di aumento di Associati è proprio la F.I.M.A.A. Cesena della quale è Segretario Provinciale. Buon Tennista, è anche grande appassionato di Basket ed è attivo nel mondo del Volontariato. “Malamente opera chi dimentica ciò che ha imparato". ”Tito Maccio Plauto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: