Comunicazione Enea bonus ristrutturazione, obbligatoria da settembre 2018.

 

 

Gtres

La comunicazione Enea è un adempimento online che devono svolgere i contribuenti che hanno eseguito lavori sulla propria casa e vogliono usufruire delle detrazioni ristrutturazioni ed energia per l’anno in corso. A partire da settembre 2018 la comunicazione Enea, oltre che per l’ecobonus, è obbligatoria anche per gli interventi di ristrutturazione edilizia.

Comunicazione Enea per ristrutturazione edilizia 2018.

L’obbligo di comunicazione Enea per i lavori di ristrutturazione edilizia 2018 è stata introdotta dalla Legge di Bilancio 2018, la stessa che ha prorogato le detrazioni del 50% anche per l’anno in corso. La manovra prevedeva l’estensione generalizzata delle “informazioni sugli interventi effettuati”, analogamente “a quanto già previsto in materia di detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici”. L’obbligo è quindi in vigore per tutti i lavori iniziati a partire dal 1º gennaio 2018.

Comunicazione Enea, chi deve farla.

La Comunicazione Enea è un adempimento che cittadini, imprese e condomini devono realizzare per poter fruire dell’ecobonus del 65% e del bonus ristrutturazioni del 50% per gli interventi conclusi entro la fine del 2018. Per effetto della nuova legge di bilancio, la Comunicazione Enea è obbligatoria anche per gli interventi di ristrutturazione edilizia.

Pratica Enea per ristrutturazione.

Dapprima preso sottogamba questo nuovo adempimento è stato confermato a marzo da una nota del MEF e dall’ENEA che, confermando l’introduzione dell’obbligo di comunicazione anche per le spese di ristrutturazione, non hanno tuttavia fornito chiarimenti ulteriori. In una nota pubblicata a luglio è stata proprio l’Enea però a chiarire che il portale dedicato alla trasmissione dei dati è adesso in fase di sperimentazione e che sarà online e operativo a partire da settembre. Da quel momento, come specificato dall’Enea, partiranno i 90 giorni per inviare le comunicazioni relative ai lavori già conclusi nel 2018.

Ci saranno, cioè, tre mesi di tempo per fare la comunicazione, arrivando più o meno a dicembre. I dettagli operativi, modulistica compresa, saranno definiti e pubblicati solo con l’apertura del sito. Anche se, rassicurano dall’Agenzia, “ne daremo comunicazione in modo che gli interessati abbiano tutto il tempo per l’espletamento delle pratiche”.

Comunicazione lavori di ristrutturazione Enea.

La comunicazione Enea per i lavori di ristrutturazione non dovrà essere eseguita per tutti i tipi di interventi, ma solo per quelli che comportano una riduzione delle spese energetiche. Anche se per l’elenco dei lavori si dovranno attendere le specifiche tecniche dell’Enea.

Comunicazione Enea ristrutturazione 50%.

La comunicazione sarà obbligatoria per usufruire della detrazione del 50% per i lavori di ristrutturazione edilizia. Come previsto dalla legge di Bilancio 2018 anche per i lavori avviati a partire dal 1° gennaio 2018 e fino al prossimo 31 dicembre sarà possibile beneficiare della detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute entro il limite di 96mila euro di spesa. La proroga è valida sia per i lavori sulle singole unità immobiliari che per la ristrutturazione delle parti comuni degli edifici condominiali.

Comunicazione Enea in ritardo.

L’omesso invio all’Enea della scheda informativa per godere del bonus al 65% sugli interventi finalizzati al risparmio energetico, non preclude la possibilità di applicare la detrazione, pur dietro la corresponsione della sanzione minima pari a 258 euro. In questi casi l’omesso invio può essere sanato ricorrendo all’istituito della remissione in bonis, ai sensi del decreto legge n. 16 del 2012 (articolo 2 comma 1) convertito nella legge 44/2012.

Dichiarazione Enea 2018.

La dichiarazione Enea è già operativa per quanto riguarda il Bonus energia. In questo caso per effettuare la comunicazione Enea 2018 sui lavori conclusi a partire dal 1º gennaio 2018 bisognerà ccedere al sito http://finanziaria2018.enea.it/ e, dopo essersi registrati, bisognerà procedere con la compilazione della dichiarazione di detrazione.

Per poter beneficiare delle detrazioni fiscali dell’Ecobonus 2018 bisognerà inviare all’ENEA i seguenti dati: dati anagrafici del beneficiario; informazioni relative all’immobile oggetto di intervento; tipologia di intervento.

Fonte:Idealista.it

About Massimo Montanari
Massimo Montanari, italiano, nato a Lussemburgo il 16 luglio 1961. Formatosi in Confcommercio col ruolo di Segretario delle Delegazioni di Sarsina e Mercato Saraceno, dal 2011 ha deciso di cambiare percorso lavorativo ed ha portato il suo bagaglio di esperienza nel Settore Sindacale dell'Associazione Cesenate. Attualmente si occupa di varie categorie Sindacali all'interno di Confcommercio e tra queste quella che ha avuto i maggiori risultati in termini di aumento di Associati è proprio la F.I.M.A.A. Cesena della quale è Segretario Provinciale. Buon Tennista, è anche grande appassionato di Basket ed è attivo nel mondo del Volontariato. “Malamente opera chi dimentica ciò che ha imparato". ”Tito Maccio Plauto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: