Mattone, quanti affari sotto le stelle.

Nei primi sei mesi del 2019 mini boom degli investimenti che hanno toccato i 5,1% miliardi, in controtendenza rispetto all’Europa. L’80% arriva dall’estero. Alberghi e hotel le tipologie preferite, battuti gli uffici.

Gli investitori si stanno sempre più orientando verso i negozi delle vie del lusso mentre l’interesse per i centri commerciali è scarso, perché le strutture di maggiore attrattiva non sono sul mercato mentre quelle di minor richiamo sono viste con molta circospezione, perché l’esplosione dell’e-commerce pesa come un macigno sulle prospettive di queste strutture. Infine la logistica, con 310 milioni, meno 20% rispetto al 2018. L’80% dei capitali confluiti sugli immobili da investimento è straniera, i più attivi sono stati, con un miliardo in entrambi i casi, gli statunitensi e i francesi.

Gli investitori guardano con maggiore interesse al mercato immobiliare italiano. Il primo semestre del 2019 ha visto operazioni «corporate» per 5,1 miliardi, il risultato più alto mai registrato in questo periodo. Un dato ancora più notevole se si considera che è stato raggiunto in controtendenza rispetto all’andamento del mercato continentale, che, con 102 miliardi di euro, ha fatto segnare un calo del 13%.  (leggi l’articolo)

Fonte:L’Economia

 

About Massimo Montanari
Massimo Montanari, italiano, nato a Lussemburgo il 16 luglio 1961. Formatosi in Confcommercio col ruolo di Segretario delle Delegazioni di Sarsina e Mercato Saraceno, dal 2011 ha deciso di cambiare percorso lavorativo ed ha portato il suo bagaglio di esperienza nel Settore Sindacale dell'Associazione Cesenate. Attualmente si occupa di varie categorie Sindacali all'interno di Confcommercio e tra queste quella che ha avuto i maggiori risultati in termini di aumento di Associati è proprio la F.I.M.A.A. Cesena della quale è Segretario Provinciale. Buon Tennista, è anche grande appassionato di Basket ed è attivo nel mondo del Volontariato. “Malamente opera chi dimentica ciò che ha imparato". ”Tito Maccio Plauto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.