archivi Categorie: Convenzioni

Cesena: Accordo territoriale fra proprietari e inquilini.

Le nuove linee guida per l’applicazione dei canoni di affitto agevolati con agevolazioni per i proprietari che li adottano.

Le agevolazioni fiscali previste nella norma interessano i proprietari che sottoscrivono contratti di locazione a canone concordato, cioè con un canone d’affitto ridotto rispetto a quello di mercato, canone che verrà determinato sulla base dei parametri indicati nell’accordo siglato fra le associazioni dei proprietari e degli inquilini e che, per i contratti stipulati a decorrere dalla data di sottoscrizione dell’Accordo Territoriale, dovrà essere asseverato a cura e con assunzione di responsabilità da parte di almeno una organizzazione firmataria dell’accordo….. (continua)

L’accordo è disponibile al seguente link: http://www.comune.cesena.fc.it/tributi/imu-accordoproprietariinquilini

Le novità della Legge di Bilancio.

FONDO COPERTURA. Per le imprese 600 milioni in meno. BANCHE. Truffati, a rischio il fondo rimborsi. ENTI NON COMMERCIALI. Volontariato, taglio dello sconto Ires. IMPRESE. Aboliti i contributi diretti all’editoria. SLOT E VIDEOLOTTERY. Più imposte sui giochi per 700 milioni.

Leggi l’articolo. Fonte:IlSole24Ore

Fatturazione elettronica: alcuni punti critici.

Dal 1° gennaio 2019 la fatturazione elettronica diventa obbligatoria ed esclusiva. Ecco alcuni punti critici sui quali è necessario fare una riflessione a ridosso della sua imminente entrata in vigore.

quietanza pagamento stampata al computer

Il 1° gennaio 2019 entra in vigore la fattura elettronica tra privati. Si rende opportuna una riflessione generale sulle sue criticità più evidenti anche in relazione all’opportunità di rendere, ai fini fiscali, il suo utilizzo come esclusivo.

  1. L’esclusività della fattura elettronica
  2. Le criticità
  3. Il venir meno del rapporto diretto tra Emittente e Destinatario
  4. Criticità sulla privacy
  5. Altre problematiche
  6. I costi economici e organizzativi
  7. Conclusioni

Leggi l’articolo.

Fonte:StudioCataldi

Trattamento fiscale degli omaggi 2018.

Con l’approssimarsi delle festività natalizie molte imprese decideranno di omaggiare i loro clienti o fornitori. Gli omaggi sono in linea di massima spese di rappresentanza, il requisito è la gratuità per il destinatario, il quale non corrisponde alcuna controprestazione. L’unico obbligo è il rispetto del principio di inerenza e congruità, le spese devono essere ragionevoli e coerenti alle pratiche commerciali del settore in cui l’impresa opera.

Tipologia di omaggio:

  • Omaggi a clienti di beni non oggetto dell’attività di impresa: interamente deducibili se il valore unitario non è superiore ai 50 euro, nel caso in cui il valore unitario sia superiore a tale soglia il costo è deducibile entro il “plafond di deducibilità”
  • Omaggi a clienti di beni di propria produzione o rientranti nella propria attività commerciale: valgono le stesse regole viste precedentemente.

In caso di contribuenti forfettari gli omaggi non assumono rilevanza nella determinazione del reddito, in quanto applicano un coefficiente di redditività sull’ammontare dei compensi/ricavi percepiti.

Ai fini Iva sono previste diverse fattispecie:

  • Non è mai detraibile l’Iva relativa agli omaggi destinati ai lavoratori dipendenti
  • La cessione gratuita a clienti di beni non prodotti o commercializzati dall’impresa non è considerata cessione di beni e non è quindi da fatturare, è possibile detrarre l’Iva purché il valore di acquisto non sia superiore ai 50 euro.

La cessione gratuita a clienti di beni di produzione propria o rientranti nella propria attività commerciale è considerata cessione di beni e deve essere fatturata procedendo con rivalsa oppure senza rivalsa emettendo per esempio autofattura.

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che dal 1 gennaio 2019 a seguito dell’introduzione della fatturazione elettronica le autofatture relative ad omaggi dovranno essere emesse in formato XML e transitare dal Sistema di Interscambio

Tesseramento Fimaa 2019.

Perché scegliere FIMAA.

Essere associato FIMAA vuol dire usufruire della rappresentanza e tutela sindacale degli interessi collettivi degli Agenti immobiliari, dei Mediatori Creditizi e Merceologici e degli Agenti in attività finanziaria, per incidere, attraverso la grande famiglia Confcommercio, presso le Istituzioni e la Pubblica Amministrazione amplificando la voce degli Operatori.

Per associarsi alla Federazione basta contattare la sede Territoriale presso l’Ascom o l’Unione del Commercio di riferimento e chiedere l’iscrizione come Impresa operante in uno dei seguenti settori della mediazione: Agenti Immobiliari – Mediatori Merceologici – Mediatori Creditizi – Agenti in Attività Finanziaria – Agente di Servizi Vari.

Gli Associati FIMAA sono partner ideali per affrontare un mercato sempre più complesso e rispondere compiutamente alle esigenze del Clienti-Consumatori.

FIMAA Cesena offre ai propri iscritti servizi esclusivi e qualificati oltre ad indispensabili strumenti professionali.

Contatta la Segreteria Fimaa Cesena per ulteriori informazioni. m.massimo@ascom-cesena.it

 

TESSERAMENTO FIMAA CESENA 2018.

logo fimaa Cesena modificatoFIMAA Cesena offre ai propri iscritti servizi esclusivi e qualificati oltre ad indispensabili strumenti professionali, i principali sono:

  • Polizza RC professionale – obbligatoria per legge dal 4 aprile 2001 per gli Agenti d’Affari in Mediazione – offerta da FIMAA Italia a tutti gli iscritti in regola con il pagamento delle quote;
  • Sito internet provinciale con il CERCA CASA per la pubblicazione degli immobili;
  • Gestionale Immobiliare Cometa – FimaaNetwork, un moderno ed efficiente sistema di implementazione dei servizi informatici: il Gestionale, il Multi invio, la condivisione MLS, la pubblicazione sul portale CERCA CASA di FIMAA Imperia
  • Software Antiriciclaggio – Archivio Unico Informatico specifico per le Agenzie di Affari in Mediazione Immobiliare che consente di adempiere in maniera rapida ed efficiente agli obblighi previsti dal Decreto Ministeriale 143/2006, ai sensi del D. Lgs. 231/2007 nell’organizzazione e nella predisposizione dell’Archivio Unico Informatico (AUI)
  • Consulenze  messe a disposizione da Confcommercio Cesena:
    • Legale 
    • Finanziaria consulenza  bandi UE, Regionali, finanziamenti Fises
    • Fiscale – Isee, Red, DETR, ICLAV, ICRIC, ACCAS – anche per i dipendenti delle aziende associate. Contrattuale a chiamata, voucher, stage, tirocinio, a tempo determinato e indeterminato
    • Previdenziale verifica contributi, pensioni, supplementi di pensione, ricostituzioni, invalidità civile, disoccupazione, accompagnamento, assegno nucleo familiare, infortuni sul lavoro – anche per i dipendenti delle aziende associate
    • Sicurezza lavoro pronto soccorso, antincendio, sicurezza
    • Formativa formazione abilitante, per adeguamento normative, specialistica e professionalizzante
  • Servizi messi a disposizione da “Fimaa Servizi (Servizi catastali on-line, Modulistica, Software Antiriciclaggio Archivio Unico Informatico, ispezioni ipotecarie e catastali on-line)
  • Servizi messi a disposizione da “MedioFimaa” (servizi finanziari e assicurativi)
  • Per conoscere l’importo della quota associativa di iscrizione contatta la Segreteria di FIMAA-Confcommercio Cesena. 
  • Diventa Socio.

 

Convenzione AgentPricing.

AgentPricing

Con Agentpricing impieghi meno di un minuto per realizzare una completa analisi di valutazione su un immobile da acquisire in vendita.

Analisi sul mercato di zona, comparabili in vendita, valori OMI, venduto dei colleghi e molto altro ancora.

 Guarda il video