Category Archives: Ricordati di…

Scadenze fiscali gennaio 2019.

Scadenze fiscali gennaio 2019, adempimenti e versamenti per titolari di partita IVA e non solo. Non è solo il mese dell’avvio della fatturazione elettronica, ma anche quello della domanda esonero canone Rai e dell’invio dati Sistema TS.

Scadenze fiscali gennaio 2019, anno nuovo e nuovo calendario di adempimenti e versamenti da ricordare. La domanda di esonero canone Rai e l’invio dei dati al Sistema TS sono tra gli appuntamenti più importanti segnalati dallo scadenzario dell’Agenzia delle Entrate, ai quali non si può non affiancare anche l’avvio dell’obbligo di fatturazione elettronica. (continua)

Scadenze fiscali dicembre 2018.

7 DICEMBRE

ROTTAMAZIONE DELLE CARTELLE.

Chi ha già aderito alla Definizione agevolata 2000/17 prevista dal Decreto Legge n. 148/2017 (cosiddetta “rottamazione-bis”) ma non è riuscito a saldare le rate scadute a luglio, settembre e ottobre, può regolarizzare la propria situazione entro il 7 dicembre 2018. Ricordiamo, inoltre, l’art. 3 del Decreto Legge n. 119/2018 stabilisce che i contribuenti che pagano gli importi scaduti (luglio, settembre e ottobre) entro il prossimo 7 dicembre rientreranno automaticamente nei benefici previsti dalla “Definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della riscossione” dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 (cosiddetta “rottamazione-ter”).

15 DICEMBRE

CONTABILITA’ – REGISTRAZIONE. 

Scade il termine per l’annotazione d.elle fatture attive del mese precedente e per l’annotazione nel registro dei corrispettivi degli incassi dell’intero mese precedente qualora risultino dall’emissione di scontrini e/o ricevute fiscali (in caso contrario i corrispettivi devono essere annotati entro il giorno non festivo successivo). I soggetti in contabilità ordinaria hanno la facoltà di non tenere i registri I.V.A. in quanto sostituiti dalle annotazioni sul libro giornale e inventari (cronologico per i professionisti).

FATTURAZIONE DIFFERITA.

Emissione ed annotazione della fattura differita per le consegne o spedizioni avvenute il mese precedente per le quali è stato emesso il documento di trasporto o documento equivalente.

Attenzione: dal 2019 entra in vigore la fatturazione elettronica generalizzata.

CNPADC.

Scade il termine per il versamento (integrale o prima rata) dei contributi eccedenti il minimale derivanti da Redditi 2018.

16 DICEMBRE

Scadenza effettiva 17 dicembre

IMU – Versamento del saldo.

Scade il termine per il versamento a saldo dell’imposta dovuta per il 2018.

TASI – Versamento del saldo.

Scade il termine per il versamento a saldo dell’imposta dovuta per il 2018.

IVA – LIQUIDAZIONE PERIODICA – SOGGETTI MENSILI.

Versamento dell’IVA a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del mod. F24 – codice tributo: 6011 (versamento Iva mensile – novembre),da parte dei contribuenti Iva mensili.

RITENUTE ALLA FONTE.

Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente (esempio: compensi per l’esercizio di arti e professioni – provvigioni per intermediazione – retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24.

INPS – CONTRIBUTI PERSONALE DIPENDENTE.

Pagamento dei contributi dovuti sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti di competenza del precedente mese, mediante versamento presso gli istituti e le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del mod. F24

INPS – CONTRIBUTI GESTIONE SEPARATA.

Pagamento, da parte dei soggetti committenti, dei contributi relativi alla gestione separata INPS dovuti sui compensi corrisposti nel corso del precedente mese. Per il versamento si utilizza il mod. F24.

T.F.R. – ACCONTO IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE.

I sostituti d’imposta devono versare l’acconto del 90% dell’imposta sostitutiva sulla rivalutazione del T.F.R. accantonato al 31/12 dell’anno precedente. L’imposta sostitutiva è pari all’17%. Il codice tributo è 1712.

25 DICEMBRE

Scadenza originaria 25 dicembre

INTRASTAT – mensili.

Presentazione degli elenchi riepilogativi mensili delle cessioni e degli acquisti intracomunitari relativi al mese precedente.

27 DICEMBRE

I.V.A. – ACCONTO.

Versamento dell’acconto Iva 2018:

– per il mese di dicembre da parte dei contribuenti mensili (codice tributo:6013);

– per il quarto trimestre da parte dei contribuenti trimestrali (codice tributo:6035).

 

31 DICEMBRE

UNIEMENS.

Scade il termine per l’invio telematico della dichiarazione Uniemens relativi al mese precedente.

RINNOVO CONTRATTI DI LOCAZIONE – IMPOSTA DI REGISTRO.

Scade il termine per il versamento dell’imposta di registro – pari al 2% del canone

annuo – relativa ai contratti di locazione decorrenti dal giorno 1 del mese. Per il

versamento si utilizza il modello F24.

AGENTI DI COMMERCIO.

Invio raccomandata alle case mandanti per l’applicazione della ritenuta d’acconto in misura ridotta nel caso in cui ci si avvalga in via continuativa dell’opera di dipendenti o di terzi.

INVENTARIO DI MAGAZZINO.

Alla data di scadenza dell’esercizio civile-fiscale occorre determinare le rimanenze di merce in magazzino e valutare le opere in corso.

Scadenze fiscali agosto 2018.

La data più importante del mese è il 20 agosto 2018. Entro tale giorno infatti vanno effettuati una serie di versamenti:

  • si versa l’IVA del secondo trimestre del 2018;
  • si effettua il versamento tramite F24 di contributi, ritenute ed Iva di luglio 2018;
  • – si paga con F24 la seconda rata del 2018 di contributi Inps artigiani commercianti;
  • si continuano a versare le rate scaturite dalla Dichiarazione dei redditi 2018 per anno 2017 persone
  • fisiche, società di persone e soggetti Ires per i titolari IVA;
  • versamento rata Iva per anno 2017 risultante dalla dichiarazione Iva 2018

 

  • Il 31 agosto invece si versa la rata da modello Redditi 2018 per non titolari partita IVA.