Tag Archives: superbonus 110%

Cari prezzi e controlli, il superbonus 110% a rischio.

Si ai controlli anti-frode. no a eccessi di burocrazia in grado di frenare il Superbonus e gli altri incentivi per la casa.

Gabriele Buia, numero uno dell’Ance, va subito al punto. lanciando anche l’allarme sul caro materiali. «Bene l’estensione dei prezzari a tutti i bonus edili, per garantire la congruità dei prezzi e sbarrare la strada ad aumenti e comportamenti illeciti». Quanto però alla stretta sui controlli, la norma così come è stata pensata rischia, sempre secondo Ance, di causare rallentamenti o addirittura blocchi delle operazioni in corso.

«È necessario -spiega Buia- che la norma non sia retroattiva e che la decorrenza delle nuove disposizioni sia relativa ai lavori avviati dopo il 12 novembre».

 «Preoccupa il blocco su sconto in fattura e cessione del credito imposto dal decreto Controlli. va introdotto un limite di spesa per interventi al di sotto dei quali non siano obbligatori visto di conformità e asseverazione della congruità della spesa».

Il decreto che introduce nuovi controlli e adempimenti per gli interventi che possono beneficiare delle detrazioni fiscali ordinarie relative a interventi edilizi e del Superbonus al 110% prevede sempre la necessità di visto di conformità e asseverazione della congruità delle spese sostenute.

Inoltre la cessione del credito e Io sconto in fattura per i bonus casa possono ora essere sospesi’ dall’Agenzia delle Entrate, per un periodo non superiore a 30 giorni, qualora emergano comunicazioni con profili di rischio da sottoporre a ulteriori verifiche. (continua)

Fonte:IlGazzettino

Superbonus, la proroga non chiarisce il termine per gli interventi trainati.

Nella bozza di legge di Bilancio non è indicata in maniera esplicita la scadenza per gli interventi attratti al 110% all’interno di unità condominiali.

Al di là della tanto discussa possibile proroga per le opzioni della cessione del credito e dello sconto in fattura al di fuori del superbonus, le norme contenute nella bozza della legge di Bilancio 2022 fanno discutere per quel che concerne la scadenza degli interventi trainati nei contesti plurifamiliari.

Le scadenze. Stando alle bozze in circolazione, infatti, gli interventi ammessi al superbonus tralasciando Iacp e cooperative cesserebbero: . il 31 dicembre 2025 (ma solo fino al 31 dicembre 2023 con il 110%, per poi subire una riduzione) per i condomìni e gli edifici composti da due a quattro unità distintamente accatastate possedute da persona fisica (o con identica comproprietà tra persone fisiche); . il 30 giugno 2022 in tutti gli altri casi, salva l’estensione al 31 dicembre 2022 nel caso di Cilas già presentata (o titolo abilitativo già richiesto per la demolizione e ricostruzione) al 30 settembre scorso ovvero di interventi da realizzare su abitazioni principali di persone fisiche con Isee non superiore a 25mila euro annui.

Cosa succede ai lavori trainati. In questo panorama restano (ed anzi si acuiscono rispetto al passato) alcune perplessità destinate a rallentare l’esecuzione dei lavori. Infatti, non è chiaro quale sia la scadenza per i lavori trainati svolti all’interno delle singole unità condominiali. (continua)

Fonte:IlSole24Ore

L’Esperto risponde: Superbonus 110%

Speciale: Il Superbonus e tutti gli sconti per la casa.

La guida in oltre 50 casi risolti. Numero speciale dedicato alle agevolazioni in edilizia.

Leggi l’articolo.

Fonte:IlSole24Ore