Category Archives: News

L’ASSICURAZIONE SUL MUTUO È OBBLIGATORIA?

una donna parla con consulente

Sono tanti e di diversa natura i fattori che occorre tenere in considerazione nel momento in cui si decide di recarsi presso un istituto di credito per accendere un mutuo. Difatti, com’è noto, l’ottenimento della somma concordata con la banca arriva solo al termine di una serie di valutazioni che entrambe le parti in causa devono compiere prima di firmare tutti i documenti necessari.

Tra le variabili che più interessano i tanti cittadini italiani propensi a chiedere un prestito c’è sicuramente quella che riguarda le polizze assicurative. Andiamo a scoprire insieme quale ruolo ricoprono le assicurazioni sul mutuo e in quali casi occorre farvi ricorso.

Come funziona l’assicurazione sul mutuo.

Trattandosi di una delle possibili garanzie da presentare alla banca neL momento in cui si discute un contratto di finanziamento, l’assicurazione sul mutuo non è obbligatoria per il soggetto contraente. Non esiste legge né regolamento finanziario che imponga al richiedente di sottoscrivere un contratto assicurativo per ottenere la somma concordata con l’istituto bancario. (continua)

Fonte: Immobiliare.it

A CHI APPARTIENE IL SOLAIO DI UN CONDOMINIO?

solaio

Il dibattito sull’appartenenza del solaio in un condominio, trattandosi di una questione apparentemente semplice, ma che nasconde spesso una serie di complicazioni e interpretazioni giuridiche che possono generare conflitti all’interno del contesto condominiale.

Il solaio, come parte integrante della struttura, è soggetto a una serie di regolamenti e disposizioni legali che determinano i diritti e le responsabilità dei condomini.

Tuttavia, la sua natura ambigua e la sua posizione fisica tra due piani sollevano interrogativi su chi effettivamente ne sia proprietario e quali siano i limiti dei suoi utilizzi. In questo articolo, esamineremo le varie prospettive e interpretazioni legate alla proprietà del solaio in condominio, analizzando le normative di riferimento al fine di fornire chiarezza su questo importante aspetto della gestione condominiale. (continua)

Fonte: Immobiliare.it

QUALI SONO I MOTIVI GRAVI PER RECEDERE IN ANTICIPO DALL’AFFITTO.

Affitto

Quando compriamo una nuova casa possiamo recedere in anticipo dall’affitto?

È quello che ci domandiamo quando mutano le condizioni e per questo, o per altri motivi, decidiamo di acquistare un appartamento ma siamo ancora vincolati da un contratto di locazione.

Larticolo 4 della legge numero 392 del 1978 risponde a questa domanda.

Cosa dice la legge.

  • Le parti possono stabilire nel contratto che l’affittuario può recedere in qualsiasi momento dal contratto dandone avviso al locatore, con raccomandata, almeno 6 mesi prima dalla data in cui il recesso avrà esecuzione. In sostanza, dobbiamo avvisare il proprietario della casa in affitto almeno 6 mesi prima da quando decidiamo di lasciarla;
  • L’affittuario può recedere in qualsiasi momento dal contratto per gravi motivi con preavviso di almeno 6 mesi dandone comunicazione al locatore con lettera raccomandata. E questo prescinde dai termini e dalle clausole del contratto.
  • Se nel contratto di affitto non è stata inserita la clausola che consente all’affittuario di recedere in anticipo senza doverne giustificare il motivo, significa che il recesso anticipato sarà possibile solo in presenza di gravi motivi(continua)

Fonte: Immobiliare.it