Category Archives: Normative

PIANO SALVA CASA, IL CDM PREPARA IL DECRETO: ECCO COSA PREVEDE.

Piano Casa dal 2025, FIMAA e FIAIP al tavolo del MIT

In arrivo il Piano Salva Casa. Questo è quanto si apprende da diverse fonti stampa, che nelle ultime 48 ore hanno diramato notizie più dettagliate in merito ai possibili illeciti edilizi sanabili col Piano Salva Casa.

Il Ministro Salvini, precisa che non sarà un condono ma servirà solo a sanare piccole irregolarità. Tuttavia, ci sono i rilievi del Quirinale, che sconsiglia lo strumento del decreto-legge in quanto materia non urgente, invitando a fare un Disegno di legge su tale materia.

I tre livelli crescenti di irregolarità.

Il piano Salva Casa si articola su tre livelli crescenti di irregolarità, mirati a sanare differenti tipologie di difformità edilizie e considera anche le tolleranze costruttive. (continua)

Fonte: Immobiliare.it

SÌ ALLA CEDOLARE SECCA QUANDO L’INQUILINO È UN’IMPRESA: ARRIVA L’OK DELLA CASSAZIONE.

portachiavi nella porta

La Corte di Cassazione ha finalmente risolto una diatriba che durava da oltre un decennio. Con la sentenza n. 12395, depositata il 7 maggio 2024, la Suprema Corte ha sancito la possibilità di applicare la cedolare secca anche quando l’inquilino è una società o un’impresa che affitta una casa per i propri dipendenti, clienti o fornitori.

Con ciò, dunque, ha chiarito che la natura soggettiva del conduttore è irrilevante, anche se la locazione avviene nell’esercizio di un’attività d’impresa o lavoro autonomo.

L’origine del contenzioso

La controversia ha avuto origine nel lontano 2011, quando l’Agenzia delle Entrate ha negato l’applicazione della “tassa piatta” per le locazioni di case date ai dipendenti di società. La sentenza considera «irrilevante la qualità del conduttore e la riconducibilità della locazione, laddove ad uso abitativo, alla attività professionale del conduttore (ad esempio, come avvenuto nel caso di specie, per esigenze di alloggio dei suoi dipendenti)».

Nel caso di specie, un contribuente aveva impugnato una sentenza della Commissione tributaria regionale della Lombardia, che aveva confermato avvisi di liquidazione e sanzioni dell’Agenzia delle Entrate per mancato pagamento dell’imposta di registro nel 2012 e 2013. (continua)

Fonte: Immobiliare.it

QUAL È LA DIFFERENZA TRA RISTRUTTURAZIONE E MANUTENZIONE STRAORDINARIA?

spatola sul muro

Nel settore dell’edilizia, i termini “ristrutturazione” e “manutenzione straordinaria” sono frequentemente utilizzati, ma non sempre in modo appropriato.

Comprendere la differenza tra queste due attività può essere molto utile per chi si appresta a intraprendere lavori su un immobile, sia per ottimizzare l’intervento, sia per beneficiare delle possibili agevolazioni fiscali.

Ristrutturazione edilizia: definizione e caratteristiche.

La ristrutturazione edilizia implica una serie di modifiche significative che mirano a migliorare, recuperare o trasformare un edificio. Questo può includere:

  • la demolizione e ricostruzione di parte o di tutto l’immobile;
  • trasformazioni di superfici non abitabili in spazi vivibili, come sottotetti o cantine;
  • modifiche estese come l’ampliamento dell’edificio o il cambio di destinazione d’uso.

Questi interventi possono alterare l’aspetto estetico, la funzionalità o la struttura dell’edificio, rendendolo più sicuro, confortevole e adeguato alle attuali esigenze abitative. (continua)

Fonte: Immobiliare.it