Convegno FIMAA antiriciclaggio

Le nuove regole sulla tematica dell\'antiriciclaggio Continua »

Convegno Home Staging Cesena

L\'efficacia dell Home Staging nelle nuove tecniche di vendita del mercato immobiliare. Continua »

Roberto Marzola è il nuovo Presidente FIMAA Emilia Romagna

Nominato il nuovo Presidente FIMAA Regionale: il ferrarese Roberto MARZOLA, che rimarrà in carica fino al 2020. Continua »

Pietro Corica nuovo Presidente Fimaa Cesena

Eletto in assemblea Fimaa Confcommercio coprirà la carica di Presidente per il quinquennio 2015 - 2020 Continua »

FIMAA-CONFCOMMERCIO: SANTINO TAVERNA È IL NUOVO PRESIDENTE NAZIONALE

L’Assemblea Fimaa-Confcommercio, Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari, ha eletto per acclamazione Santino Taverna alla Presidenza Nazionale della Federazione per il quinquennio 2015-2020. Taverna prende il posto di Valerio Angeletti che ha guidato la Fimaa dal 2009. Continua »

Campagna associativa Fimaa 2018

Fimaa, Federazione a fianco di ogni associato che agisce secondo i valori che la guidano da sempre professionalità, correttezza e legalità. Continua »

 

Saldo Imu-Tasi entro il 17/12

 Lunedì 17 dicembre è l’ultimo giorno per versare le imposte senza sanzioni. Titolari di fabbricati e aree edificabili devono passare alla cassa per il conguaglio che deve essere calcolato, tenuto conto di quanto versato in acconto a giugno, sulla base delle aliquote e delle detrazioni deliberate dai comuni per l’anno in corso.

Fabbricati. Non devono versare le imposte locali i titolari di immobili destinati a prima casa ed equiparati, con relative pertinenze, per i quali è prevista l’esenzione. Tuttavia, va precisato che non spetta l’esenzione Imu per il garage se la distanza dall’abitazione principale è tale che il vincolo pertinenziale può essere rimosso in qualsiasi momento secondo la convenienza del contribuente. (continua)

Fonte:ItaliaOggi

Il pergolato non richiede titolo abilitativo se amovibile e mero elemento di arredo di uno spazio esterno.

               Seleziona provincia               

Il TAR Campania, con sentenza 1761 del 6 dicembre 2018,ha stabilito che una struttura leggera e facilmente amovibile, assimilabile ad un pergolato che assurge alla mera funzione di arredo di uno spazio esterno, nonché di sostegno ad essenze arboree per ombreggiare una superficie di ridotte dimensioni, non è assoggettabile ad alcun titolo abilitativo. (continua)

Fonte :www.condominioweb.com 

Usufrutto, tassa fissa sulla rinuncia.

 Per la Ctr Milano è una dismissione e non un trasferimento del diritto.

«La rinuncia al diritto di usufrutto , registrata dal notaio, rappresenta una semplice dismissione o estinzione soggettiva del diritto e non un trasferimento o traslazione dello stesso da un titolare ad un altro, per cui l’ imposta ipotecaria e catastale è dovuta in misura fissa».

Questo il principio emergente dalla sentenza della Ctr Milano n. 5300/2018 del o4 dicembre (presidente Siniscalchi/relatore Salemme). La questione riguardava l’impugnazione da parte di un notaio di un avviso di liquidazione emesso dall’agenzia delle Entrate con cui recuperava a tassazione una maggiore imposta ( ipotecaria e catastale) su un atto notarile con cui due contribuenti rinunciavano alle quote di comproprietà su un immobile. (Leggi l’articolo)

Fonte:IlSole24Ore

Affitti brevi, dati degli inquilini da comunicare entro 24 ore.

L’obbligo di comunicare alla Questura le informazioni sulle persone alloggiate si estende anche agli affitti brevi. A stabilirlo le nuove norme contenute nella legge sicurezza(di conversione del decreto sicurezza).

La nuova legge sicurezza prevede per le locazioni e per le sublocazioni “di durata inferiore a trenta giorni”, l’obbligo di comunicare alla Questura, entro 24 ore dall’arrivo, le generalità delle persone ospitate.

Affitti brevi, comunicazioni online alla questura entro 24 ore.

In sostanza, saranno validi anche nel caso degli affitti brevi, gli stessi obblighi stabiliti dall’articolo 109 del Tulps per i gestori di esercizi alberghieri e di altre strutture ricettive, «nonché i proprietari o gestori di case e di appartamenti per vacanze e gli affittacamere».

Gli obblighi riguarderanno i soggetti che affittano (o subaffittano) «immobili o parti di essi con contratti di durata inferiore a trenta giorni». Così recita l’«interpretazione autentica» contenuta nell’emendamento al recente Dl 113/2018 convertito in legge nei giorni scorsi.

Il decreto stabilisce per le locazioni e per le sublocazioni “di durata inferiore a trenta giorni”, l’obbligo di comunicare alla Questura, entro le ventiquattr’ore successive all’arrivo, le generalità delle persone alloggiate. La comunicazione dovrà essere fatta online attraverso il sistema “Alloggiati Web”, la cui modulistica di accesso attraverso le questure verrà appositamente modificata. Quindi anche chi affitta o subaffitta una stanza di casa, anche per una sola notte, deve comunicare online i dati dell’inquilino.

La sanzione sarà quella prevista dall’articolo 17 del Tulps: arresto fino a tre mesi o ammenda fino a 206 euro.

Fonte:StudioCataldi

Rimozione amianto sul tetto condominiale. Necessaria l’iscrizione all’albo degli smaltitori.

Questa la vicenda: con sentenza del 19 febbraio 2018 il Tribunale di Firenze condannava Tizio ad una pena (pecuniaria di ammenda) avendolo ritenuto colpevole della contravvenzione di cui agli articoli 256 comma 1 e 262 comma 2 sub) a del D. Lgs n. 81/2008 per aver eseguito presso un condominio, quale titolare di una ditta, lavori di demolizione e rimozione dell’amianto in difetto della apposita iscrizione all’albo degli smaltitori. Avverso la condanna veniva proposto appello, poi convertito in ricorso in Cassazione.

Tra i tre motivi di gravame, vi era anzitutto l’aver il condannato, a dire del suo difensore, eseguito solamente lavori preparatori, mentre lo smaltimento vero e proprio sarebbe stato eseguito da altra ditta non identificata nel processo penale.

Per detti lavori preparatori, quindi, secondo il ricorrente non era necessaria, da parte dell’esecutore, l’iscrizione all’albo degli smaltitori. Inoltre, iscrizione o meno, il condannato-esecutore aveva comunque le competenze tecniche per svolgere i lavori che gli venivano contestati.Secondo la difesa, infine, i lavori in contestazioni erano stati comunque eseguiti correttamente ed esisteva la perfetta buona fede dell’imputato.

Otto italiani su dieci soddisfatti dei mutui con i mediatori creditizi.

Nel corso del secondo Convegno Fimaa sulla Mediazione Creditizia, è stato presentato uno studio di Nomisma sul mercato del credito e dei mutui. Il presidente Taverna: “Si conferma il ruolo fondamentale del mediatore creditizio”.

Il 29% di chi ha sottoscritto un mutuo negli ultimi 4/5 anni dichiara di essere a conoscenza della possibilità di rivolgersi ad una società di mediazione creditizia per mutui e finanziamenti. È questo uno dei dati emersi dallo studio Nomisma per conto di FIMAA-Confcommercio sulla Mediazione Creditizia presentato Roma in occasione del secondo Convegno sulla Mediazione Creditizia (FIMAA Summit 2018) che ha visto la presenza, tra gli altri, del Presidente Confcommercio, Carlo Sangalli, del Presidente Nazionale FIMAA-Confcommercio Santino Taverna, del Presidente OAM Antonio Catricalà e del Consulente Legale Nazionale FIMAA Daniele Mammani.

Tra i dati salienti del report presentato dall’Amministratore Delegato di Nomisma Luca Dondi dall’Orologio si evidenza come il 76% degli intervistati assicura che potrebbe essere interessato al supporto consulenziale della mediazione creditizia nel caso di una prossima richiesta di mutuo, a fronte del 24% che ammette il proprio disinteresse. (continua)

LEGGE DI BILANCIO/ Interessati immobili strumentali di imprenditori individuali. Nuova estromissione agevolata.

Ritorna l’estromissione agevolata degli immobili strumentali dell’imprenditore individuale. Operazione possibile per i beni posseduti alla data dello scorso 31 ottobre.

L’operazione agevolata riguarda esclusivamente gli imprenditori individuali, restando esclusi gli esercenti arti e professioni, le società e gli enti non commerciali, a prescindere dal regime contabile adottato e a prescindere dallo stato eventuale di liquidazione (circ. 26/E/2016); si ricorda, peraltro, che il comma 121 richiamato prevedeva il perfezionamento dell’estromissione entro il 31/5/2016, se l’imprenditore individuale alla data del 31/10/2015 aveva la proprietà degli immobili e con effetti dell’operazione alla data del 1/2016.

Sono interessati all’estromissione gli immobili strumentali per natura e per destinazione, restando fuori quelli merce e quelli abitativi (patrimonio), compresi quelli utilizzati promiscuamente nell’esercizio dell’impresa e a titolo personale e quelli acquisiti in forza di un contratto di leasing. (continua)

Fonte:ItaliaOggi